L’IMPORTANZA DEL RISULTATO

In tutti gli sport a livello professionistico, il risultato sportivo è importante. Tuttavia, spesso, vince soltanto una singola squadra o un singolo individuo. In tutti gli sport c’è un’altra verità: non tutti sono portati per fare sport di squadra e non tutti sono bravi a fare uno sport individuale. E’ anche vero che ci sono adulti che non riescono proprio a fare sport. Per diventare un campione affermato, bisogna fare molta strada, tanti sacrifici, tante rinuncie, vivere senza aspettative…

In una società di calcio non professionista, ad esempio, esistono tre realtà importanti: calcio scuola, settore giovanile e juniores – prima squadra.

CALCIO SCUOLA

Nel calcio scuola, l’unico risultato che conta è imparare a giocare a calcio divertendosi. Prima di entrare a giocare a 11, nei piccoli amici, ad esempio, si dovrebbe sempre insegnare, oltre a come portare la palla con il destro e sinistro piede, stopparla e passarla, come divertirsi senza dare assolutamente importanza al risultato. Ma prima di tutto questo, l’istruttore dovrebbe insegnare loro come stare insieme. La parte ludica è essenza primaria. L’amicizia poi è un obiettivo che l’allenatore potrebbe, già dai primi esercizi tecnici, o giochi ludici, a dover insegnare o almeno cercare di essere meritocratico con le parole dando importanta a tutti i piccoli atleti, e non solo ad alcuni. Dai pulcini fino agli esordienti, ogni istruttore dovrebbe essere capace di insegnare calcio sotto una forma di evoluzione del singolo con l’evoluzione del resto della squadra. Soprattutto far capire ai bambini che il risultato non conta assolutamente, ma conta la crescita individuale del singolo giocatore che va al servizio della crescita collettiva di squadra. In poche parole, il risultato numerico non conta anche perchè non esiste una classifica riconosciuta dalla federazione.

SETTORE GIOVANILE

Quando una squadra di calcio giovanile inizia a giocare a 11, comincia a capire i primi gesti tecnici importanti da fare e gli allenatori iniziano già ad insegnare nuove tattiche calcistiche. Nel settore giovanile conta molto avere un allenatore che riesca ad entrare nel cuore di tutti i giocatori in modo meritocratico. Quando un allenatore si comporta meritocraticamente bene, tutti i giovani componenti della squadra riescono a percepirlo e i risultati o meno di classifica non hanno alcuna valenza, tutti alla fine sono contenti. L’importanza del divertimento nel settore giovanile è fondamentale. L’essere amici e vedersi anche fuori dal campo sportivo dà una vittoria ancora più bella di qualsiasi risultato sul campo. L’amicizia vera che nasce all’età adolescenziale può durare tantissimo e può essere gratificante per tutta la vita.

JUNIORES – PRIMA SQUADRA

L’importanza del risultato nell’età adulta è più marcata. Tuttavia, fare sport in prima squadra e nei juniores ha una sua considerazione perchè attiva quasi tutte le parti del corpo e la mente a rimanere giovane e vitale.

FINALE CONSIDERAZIONE

L’importanza del risultato non sara mai grande quanto è il valore del divertimento. Quando un bambino fa sport, diventa un ragazzo e prosegue nell’età adulta a fare sport capisce l’importanza del risultato. Lo capisce talmente bene che lo approfondisce di più nel momento che ha capito che il divertimento è alla base di tutto. E’ vero che ci si diverte di più quando si vince, ma il risultato di una partita viene dimenticato presto mentre il divertimento di aver fatto sport per una vita, quello, per chi lo ha praticato e lo sta ancora praticando non sarai mai dimenticato.

           Piero Posillico
           340-714-1212
   piero.posillico@yahoo.it

“Ama la realtà che costruisci”